La prostituta bambina

Aleap aveva quattordici anni quando perse entrambi i genitori. Lo stipendio che guadagnava lavorando in una fabbrica di Phnom Penh non le bastava nemmeno per pagare l’affitto. Due anni dopo Aleap si trasferì da una zia che viveva sul litorale cambogiano. Aveva sedici anni quando venne obbligata dalla zia a prostituirsi.

Due anni dopo Aleap raggiunse la maggiore età, ma per lei quei diciotto anni tanto attesi dai ragazzi della sua età passarono inascoltati. Niente indipendenza né possibilità di guidare una macchina: per Aleap la maggiore età aveva l’odore di un materasso di gommapiuma di un bordello per giapponesi. Solo 200 dollari, tanto valevano i suoi diciotto anni quando la zia vendette Aleap a un’altra sfruttatrice.

In mezzo a tutto quello sporco Aleap colse un fiore. Come la ginestra sulle pendici del vulcano di leopardiana memoria, all’età di ventuno anni la giovane Aleap conobbe un uomo che si innamorò di lei. Lui dovette pagare 2000 dollari per liberarla dalla schiavitù, ma grazie a quell’uomo oggi Aleap ha trentun anni, è sposata, ha una bambina e vive in una bella casa sul litorale cambogiano.

Questa è una delle tante storie che si sentono raccontare stando seduti ad un bar lungo il fiume, mentre le vite degli altri ti passano davanti con tutto il loro carico di dolore e sofferenza anche se a volte qualcuna di quelle storie a volte ha un lieto fine che mi piace raccontare.

La Cambogia è stata una delle tappe del mio viaggio di sei mesi nel sud-est asiatico. Era il 2012 quando ho lasciato l’Italia per un lungo viaggio rigenerante. Doveva essere solo una vacanza e invece finii per scavare dentro me stesso.

Nel 2019 quel viaggio è diventato un libro.

libro mauro proni - copertina

Il mio primo impatto con il sud-est asiatico risale al 2010, e fu devastante.
Due anni dopo ci tornai per un lungo viaggio a cavallo di sei Paesi. Doveva essere solo un’esperienza rigenerante e invece finii per scavare dentro me stesso.
Quei sei mesi cambiarono la mia vita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.