Una psicologa in Laos [parte sesta]

Una psicologa in Laos
Galli da combattimento mentre si allenano – © foto Mauro Proni 2012

Una psicologa in Laos [parte sesta] Christiana è una psicologa americana che ogni anno dedica un mese delle sue ferie per aiutare i bambini poveri del mondo ad esprimersi con l’arte.
L’avevamo lasciata sulla porta dell’uscio della scuola sotto il sole, chiusa fuori.
Oggi è un altro giorno. Alle 10 Cristiana dorme ancora; ore 11, non si vede; ore 12, nulla. E’ indubbio che si stia adeguando alla cultura locale.
E’ l’una e mezza quando Christiana scende le scale, si lava ed esce.
«Ieri sera ho fatto tardi perché ho parlato con il tuo collega francese, mi ha detto che con questi devo essere più determinata».
Philippe vive in Laos da nove anni, è sposato ed ha una figlia, ma soprattutto non è psicologo, ha solo maturato una lunga e attenta esperienza sul posto.
La bionda Christiana anche oggi è sola, l’impiegata della scuola sonnecchia sempre tra i computer, il direttore è andato a scommettere sui galli da combattimento ed io la mia parte l’ho già fatta.

Vai alla settima parte

Un pensiero riguardo “Una psicologa in Laos [parte sesta]

Rispondi