Vivere in Asia: l’elettricista

L'elettricista e la bottiglia di whisky
Sang, uomo tuttofare di Paksé, lavora meglio dopo qualche sorso di Regency – © foto Mauro Proni 2013

In Italia talvolta capita che un pensionato con una borsa degli attrezzi si improvvisi elettricista, in Thailandia basta un cacciavite, in Laos nemmeno quello, ma talvolta quelle persone, ancorché senza un attrezzo, senza una preparazione specifica, ma con tanta buona volontà, ti stupiscono quando, dopo un lavoro di due ore, se ne vanno via senza volere nulla dicendo: “perché tu sei mio amico e gli amici non si fanno pagare”. Sono in occasioni come queste che imparo ad apprezzare l’Asia e la sua vitale e generosa umanità che la rende unica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close