La gentilezza degli asiatici [anche quando lavorano]

L'elettricista e la bottiglia di whisky
Sang, uomo tuttofare di Pakse, lavora meglio dopo qualche sorso di Regency – © foto Mauro Proni 2013

In Italia capita che un pensionato con una borsa degli attrezzi si improvvisi elettricista. In Thailandia basta un cacciavite, in Laos nemmeno quello. Eppure quelle persone, ancorché senza un attrezzo, senza una preparazione specifica, ma con tanta buona volontà, ti stupiscono quando, dopo un lavoro di due ore, se ne vanno via senza volere nulla dicendo: “gli amici non si fanno pagare”. Sono occasioni come queste che mi fanno apprezzare l’Asia e la vitale e generosa umanità che la rende unica.

Rispondi