Ragazze lao: la brava ragazza [cap.4]

ragazza lao in discoteca
La discoteca @home è uno dei luoghi simbolo della nightlife di Vientiane ed è frequentata da ragazzi di tutte le età – © foto Mauro Proni 2014

Quarto capitolo. Viaggio all’interno del mondo delle ragazze lao tra bugie e verità.

Sostenere che una brava ragazza è colei che non esce dopo le otto di sera non è l’opinione di un anziano bacchettone, ma la triste verità.
La brava ragazza al mattino si alza presto per andare al lavoro, ma solo dopo essere passata al tempio a pregare per propiziarsi una buona giornata a sé stessa e a tutta la sua famiglia.

Che lavori al mercato, in un ristorante, in un hotel, in un centro massaggi o in un ufficio, la brava ragazza dopo il lavoro torna a casa dalla famiglia, prepara da mangiare, guarda un po’ di televisione e poi va a dormire, sapendo che il giorno dopo dovrà alzarsi presto. Se abita nelle campagne o nell’estrema periferia passerà la serata con le amiche con le quali condivide la sua minuscola stanza, mangiando, chiacchierando e guardando la TV.
La brava ragazza ha pochi soldi in tasca, ma piuttosto che andare in discoteca a strusciarsi in cambio di una birra, esce con le amiche una volta ogni tanto e dà poca confidenza agli estranei.
La brava ragazza veste la gonna tradizionale laotiana, la sinh, stretta e lunga fino alla caviglia; minigonne e scarpe con tacco a spillo non fanno parte del suo guardaroba.
La brava ragazza non disdegna interesse per un falang, ma si tiene lontano da quelli che, dopo cinque minuti, le propongono di concludere la serata in una camera a ore in cambio di una mancetta.
La brava ragazza si sposa presto e fa figli. Una volta sposata continua a lavorare perché non cerca un uomo che la mantenga, ma un uomo con il quale condividere la sua vita.
La brava ragazza si può trovare ovunque, in città come in campagna, ma bisogna affrettarsi perché ormai è un genere in via d’estinzione.

Vai al capitolo 5

Un pensiero riguardo “Ragazze lao: la brava ragazza [cap.4]

Rispondi