Scatti dal Baltico: Riga

Riga - Lettonia
La torre dell’orologio della stazione ferroviaria di Riga – © Mauro Proni 2017

Per chi vive in Asia, tornare in Italia significa prendere un volo da Bangkok e atterrare a Malpensa, almeno per chi è originario del nord.
Non sono mai stato un amante della routine, e tornare in Italia in modo così rapido lo trovo banale. E’ la prima cosa che ho pensato l’anno scorso, quando decisi di tornare in patria per le ferie estive.
Avevo trovato offerte vantaggiose con Aeroflot, la compagnia russa leader nelle tratte dei Paesi dell’ex Unione Sovietica. Così decisi di atterrare nei Baltici e raggiungere l’Italia in treno, fermandomi in alcune città lungo il percorso. La prima tappa che scelsi fu Riga e fu una scelta felice.

Oggi la capitale lettone è una città moderna, ordinata e vivace, con un centro storico medievale molto curato. L’assenza di traffico a qualsiasi ora del giorno la rendono visitabile comodamente in bicicletta. Le due ruote sono largamente utilizzate anche dai residenti, non a casa il silenzio regna ovunque. Una vera città mitteleuropea, che unisce antico a moderno, tradizione e sviluppo, efficienza e vivibilità.
Prima di rientrare in Italia ho viaggiato per undici giorni tra Lettonia, Lituania, Polonia e Austria. L’Europa orientale si conferma ricca di meraviglie da scoprire, per troppo tempo offese da un regime sordo al concetto di bellezza. Date un’occhiata alle foto.

Rispondi