Il Buddha era nazista

na_trang_statue_001
I piedi del Buddha sdraiato,  White Temple di Na Trang, Vietnam (clicca per ingrandire) – © foto Mauro Proni 2011

Svastiche sulle piante dei piedi di una statua del Buddha, svastiche sull’insegna di un tempio: questa la scena che mi si è presentata davanti al White Buddhist Temple, nei pressi di Na Trang, in Vietnam, la località balneare vietnamita nota per le sue ampie spiagge di sabbia fine.
Escluso che il primo Buddha fosse un simpatizzante del Terzo Reich, anche solo per questioni di incongruenze temporali, fu forse Hitler ad ispirarsi al Buddhismo per creare quello che fu il simbolo del Nazismo? Nulla di tutto questo. I due simboli sono apparentemente sono identici, ma in realtà vi sono alcune differenze che i più meticolosi avranno già notato. Nella svastica buddhista le punte, solitamente bianche, rosse o gialle, sono orientate verso sinistra e la croce poggia orizzontalmente sul lato lungo di una delle punte stesse; la svastica nazista invece è orientata di quarantacinque gradi ed è sempre di colore nero in campo bianco, le punte sempre rivolte a sinistra. Piccoli dettagli che fanno una grande differenza.

Per la cronaca la svastica buddhista è un simbolo di pace, altrettanto non si può dire della sua omologa nazista.
Lasciatemi chiudere con un’ultima nota di colore. In Thailandia non è infrequente imbattersi in mercati in cui sono esposte magliette raffiguranti la svastica nazista o persino con il volto di Hitler in primo piano. Non ci di deve scandalizzare, il thai medio nemmeno sa chi fosse Hitler, cos’abbia rappresentato per l’Europa e soprattutto che il mondo, tra 1939 e il 1945, sia stato interessato da una cosa che è passata alla storia come Seconda guerra mondiale. Beati loro.

 

 

 

6 pensieri riguardo “Il Buddha era nazista

  1. Interessante osservazione che conferma una mia analoga impressione.
    Per altro quello che vale sulla “svastica” vale anche per la croce o per l’occhio che tutto vede in relazione alla massoneria (vedi ad esempio, sempre in Vietnam, tempio e cerimonie dei Cao Dai).
    Su questo ultimo tema ad esempio c’è anche un divertente film (l’uomo che volle farsi re, con S.Connery).
    La considerazione più generale, sui simboli, è che spesso anche quando sono identici possono rappresentare idee e sentimenti diversi per popoli o singoli uomini diversi ….

    1. Salve Gino, è proprio vero. Spesso la lettura univoca di un simbolo porta a conclusioni parziali o addirittura errate.

      1. Tema affascinante, mi piacerebbe approfondire con lei il concetto de visu… Ma ero in Laos fino alla scorsa settimana. Sarà per la prossima occasione!!!

  2. Essendo un simbolo Buddhista, anche in Giappone si trovano svastiche dappertutto, al punto che i templi buddhisti sulle mappe sono indicati semplicemente con delle svastiche. Il fatto che dei gruppi politici in varie epoche si siano appropriati di simboli molto più antichi (svastiche, croci celtiche, rose camune), non deve fare in nessun modo accostare tali ideologie a dei sistemi di pensiero o spirituali molto più antichi.

    1. Esattamente, è quello che volevo far passare nel mio articolo (spero si sia capito).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close