Laos, la nuova ferrovia

uno dei più importanti progetti ingegneristici del se asia

E’ stata inaugurata il 2 dicembre 2021, una data simbolo per il Laos. Correva l’anno 1975 quando il Partito Rivoluzionario Pathet Lao proclamava la repubblica popolare e assumeva il controllo del Paese. Esattamente 46 anni dopo il Laos ha conosciuto la sua prima vera ferrovia: 414 chilometri di binari, gallerie e ponti per collegare la capitale con la Cina.

Ci sono voluti circa sette anni e tanti disagi per costruire un’opera che entrasse nella storia, non solo del Paese, ma di tutto il sud-est asiatico. La ferrovia è tra i più importanti progetti mai realizzati nell’ex penisola indocinese, data la morfologia del territorio laotiano, prevalentemente montuoso, che ha necessitato anni di studi di fattibilità e la perforazione di chilometri di montagna.

la ferrovia in pillole

Il progetto Lao-China Railway (LCR) collega la capitale del Laos Vientiane con Boten, ultima cittadina sul confine con la Cina. La tratta complessiva sul suolo laotiano è lunga 414 chilometri e prevede 10 stazioni passeggeri (Vientiane, Phong Hong, Vang Vieng, Luang Prabang, Muang Xai, Boten più altre stazioni minori) e 11 stazioni commerciali. L’opera prevede l’attraversamento di 75 gallerie e 167 ponti.

prezzi e vantaggi

Attualmente sono disponibili due corse giornaliere in entrambe le direzioni, con convogli di prima, seconda e terza classe. I prezzi dei biglietti variano in base alla classe e alla tipologia di treno (locale o intercity). Da quello che ho potuto osservare personalmente il costo dei biglietti non è affatto proibitivo per i meno abbienti, come invece è stato detto da qualcuno. Ho potuto raggiungere Luang Prabang dalla capitale con un biglietto di seconda classe spendendo 190.000 kip, pari a circa 19 euro. Il costo del biglietto di un bus pubblico per la stessa tratta, in tempi pre Covid19, ammontava a 200.000 kip, per dodici ore di viaggio a bordo di uno sleeping bus notturno.

La vera rivoluzione è nei tempi di percorrenza. Se sulla strada statale R13 a birdo di un’auto privata si impiegavano almeno 6 ore per raggiungere Luang Prabang, con il treno i tempi di percorrenza sono di circa due ore scarse, senza il rischio di dover fare i conti con frane, tornanti di montagna o acquazzoni, fattori che potrebbero aumentare sensibilmente la durata del viaggio su strada. Tutto un altro modo di viaggiare!

futura espansione

Il progetto LCR prosegue in Cina fino a Kunming, la capitale della provincia dello Yunnan, percorrendo una tratta di 595 km; mentre è ancora in corso di ultimazione il tratto thailandese, che tra qualche anno consentirà ai laotiani di raggiungere Bangkok via terra.

Il progetto complessivo fa parte della Belt and Road Initiative, conosciuta in Italia come Nuova via della seta. Il ciclopico progetto rivoluzionerà il sistema dei trasporti commerciali mondiali, disegnando nuove rotte e nuove strategie economiche. La tratta che interessa il sud-est asiatico prevede l’estensione fino al porto commerciale di Singapore, da dove le merci cinesi verranno imbarcate per raggiungere l’occidente.

Già, perché non possiamo nascondere che quest’opera, che solo al Laos è costata la bellezza di 7,5 miliardi di dollari, non è stata fatta per consentire alla vecchina di andare a farsi un weekend al mare, ma per veicolare volumi di merci cinesi in ogni angolo del globo.

Staremo a vedere.

libro Laos mauro Proni

L’unico libro in lingua italiana che vi farà scoprire uno dei Paesi meno conosciuti dell’Asia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.