Coronavirus, niente panico

Mi sono recato in Thailandia venerdì 29 febbraio, varcando la frontiera terrestre di Nong Khai, nel tardo pomeriggio. Nessuna delle autorità di frontiera, laotiana o thailandese, ha ostacolato il mio ingresso, né in uscita né in entrata. Domenica 1 marzo, dal lato laotiano, i pedoni venivano fatti deviare verso apparecchiature per il rilevamento della temperatura corporea.

La mia prima volta dallo sciamano [terza parte]

Si è svolto tutto nell’arco di cinque giorni. Cinque giorni e due riti che hanno cambiato positivamente un percorso negativo che sembrava non finire. Si è svolto tutto nell’arco di cinque giorni. Cinque giorni e due riti che hanno cambiato positivamente un percorso negativo che sembrava non finire.
A me piace pensare che non sia un caso, voi pensatela come più vi fa stare meglio.