Archivi Blog

Transessuali: firmare il modulo prima di salire al piano.

Il modulo da compilare prima di salire in camera con un ladyboy

Clicca per ingrandire

Per chi vive alle mie latitudini è cosa nota: le cliniche thailandesi che operano il cambio di sesso pare che facciano lavori egregi, tanto da aver spinto qualcuno a coniare la battuta: «Se vedi una ragazza thailandese bellissima molto probabilmente non è una ragazza».
Nonostante la Thailandia sia un Paese molto tollerante, molte di queste sventole non si dedicano a lavori ordinari ma preferiscono fare soldi, tanti, dandosi al “mestiere”.
Non raramente si verificano casi in cui gli expat appena trasferiti nella “terra dei sorrisi”, ancora non in grado di riconoscere i transessuali a prima vista, si facciano abbordare nei bar da siffatte bellezze. La serata finisce quasi sempre a casa di lui dove, scartato l’uovo di Pasqua, l’inesperto farang scopre la sgradita sorpresa.
Sovente questi episodi sfociano in litigi: il ladyboy vuole ugualmente i soldi, il cliente non vuole pagare, grida alla truffa e la vuole sbattere fuori di casa. Di solito durante queste scenate il ladyboy cala la carta del fantomatico amico poliziotto che “ora lo chiamo e ti sistemerà lui”. Leggi il resto di questa voce

Ultima fermata Bangkok

La stazione ferroviaria di BangkokIspirata al Rinascimento italiano, la stazione centrale di Bangkok è un gioiello di ordine e pulizia.
La costruzione della stazione centrale di Bangkok risale al 1910, sotto il regno di Sua Maestà Rama VI, ma è solo il 25 giugno 1916 che il primo treno fece ingresso nella stazione.
L’edificio si trova lungo la Ward Road, nel quartiere Pathumwan, ed è interconnesso con la MRT, la rete metropolitana cittadina.
Ristrutturato varie volte, l’ultima delle quali nel 1998, l’edificio si ispira al Rinascimento italiano, mentre i materiali di costruzione provengono soprattutto dalla Germania. Leggi il resto di questa voce

Lei conosce Terzani? Forse.

La Turtle House

Adibita inizialmente a dimora di un giornalista americano e successivamente a ristorante, la casa in cui visse Tiziano Terzani è ancora lì a ricordare una Bangkok che resiste alla modernità.

Tanti anni sono passati, le indicazioni trovate in Rete non sono più aggiornate, tuttavia non mi ci è voluto molto per trovare la Turtle House, la residenza di Bangkok dove Tiziano Terzani passò gli anni thailandesi della sua esperienza asiatica.
Leggi il resto di questa voce

La dittatura dei sorrisi

Bangkok, il cuore caldo dell’Asia

Venditore ambulante

Venditore ambulante a Rayong (Thailandia) – © Mauro Proni 2012

Megalopoli di dieci milioni di abitanti, Bangkok è lo stereotipo della metropoli del Sud-Est asiatico, la prima ad aver imboccato la strada della modernizzazione e tuttora modello da seguire per le altre capitali dell’area che, seppur con qualche anno di ritardo, sono salite anch’esse sul treno del progresso.
Nel 1767, l’esercito birmano invase il Regno del Siam e distrusse Ayuthaya, la vecchia capitale dell’attuale Thailandia. Bangkok, che fino a quel momento era un semplice villaggio di pescatori e commercianti cinesi, divenne la nuova capitale del Paese, cominciando così un lento ed inarrestabile sviluppo economico e demografico. Leggi il resto di questa voce