Archivi Blog

Turismo cinese: l’invasione è servita

Un gruppo di turisti cinesi in attesa di salire su uno dei tanti bus in sosta lungo la Second Road di Pattaya (Thailand) - © foto Mauro Proni 2016

Turisti cinesi in attesa di salire sui bus (Pattaya, Thailandia) – © foto Mauro Proni 2016

Sono ovunque. Come soldatini obbedienti seguono la loro guida. Se lui si ferma, loro si fermano; se lui punta il dito verso destra, loro guardano a destra. Non c’è bisogno di chiamarli a raccolta, perché il turista cinese non si allontana dal gruppo, non fa domande e soprattutto non si lamenta. Il cinese è il turista ideale per ogni guida turistica.
Volete una prova che ciò sia vero? Venite in Asia.

Leggi il resto di questa voce

Pattaya. Il Santuario delle verità.

“Vendesi bambino per 5000 dollari. Ci vediamo tra un’ora qui dietro”.

Bugie e verità sul mercato della pedofilia a Pattaya e in Thailandia in generale.

_IGP8948

Walking Street di sera | © foto Mauro Proni 2010

C’è una località in Thailandia dove si vendono bambini agli angoli delle strade, dove è facilissimo fare sesso con un minore per pochi soldi e dove i pedofili arrivano con charter organizzati da tutto il mondo. Questa località si chiama Pattaya.
“Che schifo!” – dirà ora qualcuno –, “Interessante, ora mi segno questo posto” – dirà magari qualcun altro. Dipende se chi legge è una persona normale o un pervertito, così come dipende se chi diffonde queste notizie è un professionista o un peracottaro.
I servizi giornalistici sul mercato del sesso di Pattaya si sprecano, ma nel mare di notizie e notizuole spesso confezionate per vendere di più non si contano le panzane.
Non mi dilungherò sulla città di Pattaya, sulla quale ci sarebbe da scrivere un libro a parte, ma vi racconterò due delle truffe più comuni che coinvolgono pedofili e minori.

Leggi il resto di questa voce